TRA SEGNO E SIGNIFICATO

“Una vita spesa controcorrente, a dare e a dire qualcosa al mondo, non è mai sprecata”.

Bellunese, laureato in Economia, Fernando Pietròpoli risiede a Verona, dove si dedica ai corsi di disegno e pittura dell’Accademia di Belle Arti Cignaroli. Si è orientato alla pittura a vita inoltrata, quando, cioè, ha potuto permettersi quest’arte non come “mestiere” bensì come “modo di essere al mondo”.
Egli ha scelto la difficile strada di essere artista multiforme e magmatico, proteso in una continua tensione e ricerca che lo rendono unico e mai banale. E’ approdato, dopo varie esperienze, alla pittura informale e astratta, materica e lirica, pur sensibile anche alle forme di espressione figurativa.
Nella sua pittura è presente una sorta di doppio movimento. Da una parte la mano tende a riempire, ad esaltare l’opera mediante scelte materiche complesse, dall’altra tende a raschiarne tutte le incrostazioni per tenerla secca e immediata, senza intermediazioni sentimentali.
Ha partecipato a numerose mostre e rassegne personali e collettive in Italia e all’estero, ottenendo ovunque lusinghieri consensi di critica e pubblico, e vari significativi riconoscimenti in sede di concorsi.
E’ membro della storica Società Belle Arti di Verona.

Genera ma non possedere la tua arte

Genera ma non possedere la tua arte

Accademia di Belle Arti Cignaroli, l'Artista al lavoro open-air

Accademia di Belle Arti Cignaroli, l’Artista al lavoro open-air

Non bisogna avere mai timore di andare troppo lontano, perché la verità sta al di là (Proust)

Non bisogna avere mai timore di andare troppo lontano, perché la verità sta al di là (Proust)

* * * * *

Fernando Pietròpoli ist in Belluno geboren, Doktorat in Handel und Wirtschaft. Er wohnt in Verona, wo er regelmäβig Kurse in Zeichnen und Malerei an der Kunstakademie Cignaroli besucht. Er ist über verschiedene andere Erfahrungen zur informalen, materischen und lyrischen Malerei gekommen. Er widmet sich auch der Darstellung figurativer Motive.
Er hat zahlreiche Einzelausstellungen bestellt und an verschiedenen Kollektivaustellungen in Italien und im Ausland teilgenommen.
Überall erhielt er von Kritik und Publikum groβen Beifall und bedeutende Auszeichnungen im Fall von Wettbewerben. Er ist Mitglied der historischen Gesellschaft der Schönen Künste von Verona.

* * * * *

Fernando Pietròpoli was born in Belluno (Venetian region), and is graduated in Economics. In Verona, where he lives, he devotes himself to the painting courses at the Academy of Fine Arts Cignaroli. After several experiences, he attained a personal style prevalently characterized by an informal lyrical mark, and an art of matter as well, even if he’s still sensitive to figurative forms.
He participated in numerous solo and collective exhibitions in Italy and abroad. He obtained everywhere significant praises from critics and public, and various awards in painting competitions. He is a member of the historical Fine Arts Society of Verona.

– 2010
Sala Civica del Comune di Lazise (VR) (personale)
Sala Birolli del Comune di Verona
Libreria Gheduzzi di Verona (personale)
Scuola di Pittura della Fondazione G. Zanotto di Verona
Villa Grimani Valmarana di Noventa Padovana (PD)
Automobile Club di Verona
Museo della Fondazione Fioroni di Legnago (VR)
Centro Carraro di Verona
Galleria d’Arte di Villa Giusti-Suman di Zugliano (VI)
Fondazione Franceschetti e Di Cola di Adria (RO)

– 2011
Sala mostre di Bosco Chiesanuova (VR) (personale)
Chiesa SS. Trinità di Torri del Benaco (VR) (personale)
HVB Palace di Villa Bartolomea (VR)
Castello Scaligero di Sanguinetto (VR)
Sala Civica del Comune di Lazise (personale)
Sala Jenna dell’Accademia Cignaroli di Verona
Loggia Barbaro-Torre del Capitanio di Verona
Palazzo della Gran Guardia di Verona
Palazzo Reale di Innsbruck
Cielo Gallery di Londra

– 2012
Chiesa di Santa Maria in Chiavica di Verona (personale)
Villa Camperio di Villasanta (Monza)
Foyer del Teatro Filarmonico di Verona
Azienda Agricola Piona di Villafranca (VR)
Palazzo Carlotti di Garda (VR) (personale)
Palazzo Vescovile di Bovolone (VR)
Loggia Barbaro-Torre del Capitanio di Verona (Biennale S.B.A.V.)
Villa Rubbi-Serena di Ponzano Veneto (TV)
Sala Civica del Comune di Lazise (personale)
Ristorante Colli Storici di Custoza (VR)
Palazzo della Ragione di Verona

– 2013
Loggia Barbaro-Torre del Capitanio di Verona
Polo Confortini – Azienda Ospedaliera di Verona
Dogana Veneta di Lazise (VR) (personale)
Boutique Tattoo di Lazise (VR) (personale)
Palazzo dei Capitani di Malcesine (VR) (personale)
G. Betamant – Barcellona
Palazzo Carlotti di Garda (VR) (personale)
Parc Golf Hotel di Castelnuovo del Garda (VR)
Palazzo della Gran Guardia di Verona
FK Industry di Brescia (personale)

– 2014
Loggia Barbaro-Torre del Capitanio di Verona (Giulietta e Romeo)
Sala Civica del Comune di Lazise (VR) (personale)
Dogana Veneta di Lazise (VR) (personale)
Palazzo Carlotti di Garda (VR) (personale)
Palazzo dei Capitani di Malcesine (VR) (personale)
Loggia Barbaro-Torre del Capitanio di Verona (Biennale S.B.A.V.)

– 2015
Sala Civica del Comune di Lazise (VR) (personale)
Palazzo Carlotti di Garda (VR) (Pentecoste – personale)
Sala Civica di Brenzone sul Garda (VR) (personale)
Palazzo Carlotti di Garda (VR) (II – personale)
H.Costelmas – Parigi
Dogana Veneta di Lazise (VR) (personale)
Tornacoro della Cattedrale di Verona
Orler Affordable Art Point (VE)

– 2016
Sala Civica di Lazise (VR) (personale)
Palazzo Carlotti di Garda (VR) (personale)
Dogana Veneta di Lazise (VR) (personale)
Palazzo della Gran Guardia di Verona

FERNANDO ARTISTA ECLETTICO

Maestro creativo, dalla pennellata aristocratica e severa in ogni espressione stilistica: Informale – Astratta – Figurativa.

INFORMALE

Tela rovesciata sagrinata mediante uso di pellicole e carte trasparenti trattate con resine e gessi acrilici e successivo parziale décollage.

ASTRATTO

Fondo trattato con gessi acrilici, grani di argilla e sabbie. Olio e/o acrilico a tratti diluiti o passati con strumenti di graffiatura.

FIGURATIVO

Figurativo con elementi lirici. Fondo materico trattato con acrilico e olio facendo emergere in alcuni spazi lo strato sottostante.

STUDIO-ATELIER

Un “disordine armonico”, una molteplicità di colori, materie e oggetti in linea con la complessa personalità dell’artista.